Elon Musk ha comprato Twitter: ecco il vero motivo

Elon Musk e Twitter, Elon Musk èTwitter: Musk è ora l’unico proprietario di Twitter.

Lunedì scorso, infatti, Elon Musk ha acquistato Twitter per 44 miliardi di dollari e ora il CEO di Tesla – nonché uomo più ricco del mondo – ha in programma di rendere privata la società di social media.

Elon Musk ha affermato di volere che Twitter segua più strettamente i principi della libertà di parola, che secondo lo stesso Musk è “il fondamento di una democrazia funzionante”.

C’è da dire che anche lo stesso Musk è un cinguettatore frequente e molte volte è stato anche criticato per aver utilizzato Twitter incidendo pesantemente su aumento e calo del valore di criptovalute come Doge e Bitcoin. E’ quanto accaduto, per esempio, nel caso di Dogecoin dopo il suo famoso Tweet:

A proposito di criptovalute: se sei interessato a seguire Dogecoin, Bitcoin o altre criptovalute o semplicemente a saperne di più in modo chiaro, semplice e in italiano, ti consiglio di visitare la Community gratuita sulle criptovalute BTCSentinel.com.

La Suite italiana completa sulle Criptovalute
BTCSentinel: la Suite completa e in italiano sulle criptovalute

Certamente si presume che continuerà a utilizzare la piattaforma e probabilmente vorrà anche riattivare l’account di Donald Trump che era stato bloccato da Twitter dopo ciò che si era verificato a Capitol Hill lo scorso anno: in quella occasione, infatti, Musk disse che mettere a tacere gli account di chi la pensa diversamente è contrario alla democrazia.

In questo, mi sento di dire, ha perfettamente ragione e oggi anche in Italia stiamo sperimentando lo stesso tipo di problema riguardo la guerra tra Ucraina e Russia, per cui o dai ragione e assecondi le dichiarazioni di Zelensky o le folli uscite di Biden e Johnson oppure significa che sei un amico di Putin.

È anche possibile che alla luce di questa sua estrema aderenza ai principi di libertà di parola, Musk possa rendere la piattaforma di Twitter meno propensa a bandire le persone per violazioni delle politiche della piattaforma, che lui stesso potrebbe voler cambiare.

Tuttavia Musk, come dicevamo prima, ha anche spesso utilizzato la piattaforma di Twitter per suoi interessi commerciali, potendo contare su una quantità di follower enorme (oltre 90 milioni di follower alla data in cui scrivo).

Ritorniamo alla domanda principale…

Perché Musk ha comprato Twitter veramente?

Cominciamo col dire che l’influenza che ha Twitter sulle opinioni, sulle correnti di pensiero e anche su come si muove una grande quantità di persone sui mercati, è enorme, impressionante.

Possiamo tranquillamente affermare che l’influenza di Twitter ha ampiamente superato il suo valore finanziario.

Diciamo anche che Musk sembra genuinamente convinto delle sue idee politiche e sociali su come Twitter dovrebbe essere gestito e probabilmente crede che in questo momento non sia uno strumento totalmente libero. In effetti qualche dubbio potremmo averlo tutti su questo.

Mettiamoci pure che il valore della sua azienda, la Tesla, è cresciuto molto da quando Elon Musk è diventato un personaggio, per così dire, virale grazie a Twitter e quindi di certo qualche idea di come poterlo continuare a sfruttare anche per motivi personali se la sarà fatta.

Di certo stiamo parlando di un genio che ha trasformato una piccola casa automobilistica in una icona e che è diventata precursore del futuro dell’automobile dal punto di vista della propulsione elettrica e della guida autonoma. Stiamo parlando di un uomo che ha una visione di come dovrà essere il mondo fra 50 o 100 anni e sta facendo tutto quanto in suo potere per costruire il mondo della sua visione.

Un uomo che tramite la sua società “The Boring Company” costruisce infrastrutture e tunnel che secondo lui saranno il futuro della mobilità in special modo nelle grandi e intasate città.

Una mente che tramite la sua “SpaceX” ha immaginato il viaggio nello spazio come una cosa normale e che ha dato il via al progetto di razzi che possano portare navicelle nello spazio e che possano anche tornare indietro ed essere riutilizzabili per molte missioni, anziché disperdersi in “space garbage” che gira intorno alla terra accumulandosi pericolosamente.

A questo proposito ricordo che la missione spaziale Crew-4 in cui è impegnata l’astronauta italiana Samanta Cristoforetti è stata realizzata proprio grazie alla navicella della SpaceX.

Twitter di sicuro non è un’azienda che produce molta marginalità e molti guadagni, ma di certo è una miniera d’oro se può essere utilizzata da qualcuno che, senza preoccuparsi di essere censurato, possa lanciare idee, valorizzare iniziative, decidere di essere propulsore di movimenti di pensiero e tendenze di mercato.

Qualcuno penserà a qualcosa di diabolico, già lo so, con tutto il facile complottismo che si fa nel mondo e, in particolare, nel nostro paese.

Ma pensateci bene:

  • possiamo dire che Elon Musk è un genio?
  • possiamo affermare che si è arricchito, certo, ma con idee che stanno dando grande slancio e impulso alla tecnologia finalizzata davvero ad essere un vantaggio per l’umanità?
  • possiamo dire che è un uomo che non mira a governare i paesi ma a dare idee per cambiamenti reali e positivi per tutti, oltre che per se stesso?

Bene, non so cosa ne pensate voi, ma io credo proprio di si e credo anche che con tutti gli incapaci che governano i vari paesi, compresi quelli più importanti, quelli che hanno sulle spalle il destino dell’umanità, Elon Musk sia una mosca bianca nell’umanità, un individuo che ci sta facendo comprendere quanto possiamo realizzare con le nostre forze, non solo per noi stessi ma per tutti.

E poi, io ho un debole enorme per questo tipo di personaggi.

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.