Ex Aeronautica Caproni: lo Stabilimento aeronautico abbandonato a Predappio (FC)

La fabbrica abbandonata Ex Aeronautica Caproni a Predappio.

La Ex Aeronautica Caproni nasce per dare una spinta occupazionale a tutti i nuovi abitanti di Predappio Nuova, che a metà degli anni ’30 erano passati da poche centinaia a più di 1300: così il regime di Benito Mussolini volle collocare a Predappio uno stabilimento dell’aeronautica Caproni.

L’Aeronautica Caproni era un’impresa del settore metalmeccanico che rappresentò una delle più importanti aziende aeronautiche italiane, fondata da Giovanni Battista Caproni, che negli anni trenta assunse le dimensioni di un vero e proprio gruppo industriale.

La fabbrica iniziò la sua attività nella nuova sede di Predappio nel 1935 e arrivò ad impiegare oltre 1400 dipendenti.

Qui si svolgeva la lavorazione di componenti per costruzioni aeronautiche degli anni Trenta, principalmente in legno e telate, e l’uso del metallo era limitato ad intelaiature in tubolari saldati, che non richiedevano macchinari eccessivamente complessi e ingombranti (data la natura del posto in cui si trova, incastonata in una montagna). Fin dall’inizio gli operai erano impegnati anche nella costruzione di velivoli da bombardamento di notevoli dimensioni, che dovevano dunque essere trasportati all’aeroporto Ridolfi di Forlì.

L’Ex Stabilimento Aeronautico Caproni di Predappio è un complesso architettonico costituito da una serie di corpi di fabbrica disposti lungo l’impluvio di una stretta gola racchiusa dai rilievi collinari del territorio da Predappio Nuova.

Nel 1933 iniziarono i lavori della parte bassa del complesso.

I due piani sui quali venne impostata dividevano le lavorazioni meccaniche della fresatura e torneria da quelle, al piano superiore, di saldatura e intelaiatura.

Venne presto dotata anche di due capannoni, oggi completamente distrutti, sul retro dello stabilimento e a quota superiore, dove vennero realizzati i reparti idonei alle lavorazioni finali di falegnameria e montaggio, accessibili tramite una strada laterale.

Trattandosi di un edificio all’interno di un canalone, gli ambienti interni non potevano subire grandi variazioni e non potevano avere dimensioni ed estensioni pari ad altre industrie, proprio per la conformazione del sito.

Video di una esplorazione Urbex della fabbrica abbandonata Ex Aeronautica Caproni

Durante la Seconda Guerra Mondiale furono costruiti una serie di tunnel sotterranei per proteggere le lavorazioni dai bombardamenti.

La fine del conflitto decretò, di fatto, anche il declino della Caproni, dilaniata da una gravissima crisi economica.

Lo Stabilimento, ora luogo abbandonato e fatiscente, è letteralmente invaso da vegetazione selvaggia, rovinato dalle intemperie ed in trasformato in caotico e tetro deposito di rifiuti.

Al suo interno è ancora possibile trovare tracce della sua passata vita e dell’operosità che la contraddistingueva In passato con tavoli, scrivanie, spogliatoi, bagni e tanti altri oggetti che riportano alla mente il suo glorioso passato.

Dove si trova l’Ex Aeronautica Caproni?

Ecco dove si trova la fabbrica abbandonata dell’Ex Aeronautica Caproni a Predappio.

Potrebbe interessarti anche...