Ca' Scapini: il paese fantasma | Urbex

Ca ‘Scapini, detto anche “il villaggio dei bambini perduti”, è un paese fantasma dell’Appennino parmense.
Un paese abbandonato dove regna il silenzio, interrotto da urla notturne.

Nel villaggio abbandonato, meta di curiosi ed esploratori di luoghi abbandonati (Urbex) parte del comune di Bardi, accadono cose strane e incredibili.

Molte testimonianze gettano un’ombra di mistero sul posto.

Io stesso, sono stato in questo posto con amici e, come si vede dal video postato qui sotto, ho notato nelle riprese, in fase di montaggio, rumori e voci che dal vivo non avevo sentito (minuto 18:46 e 20:15 del video).

Le porte delle case sono spalancate e le finestre si affacciano su istanti di vita passata che svaniscono nel tempo, anneriti dalla polvere e avvolti dalla vegetazione selvaggia.

Alcuni tavoli delle case di questo inquietante paese fantasma sono ancora apparecchiati, sembrano pronti per una riunione di famiglia sospesa nel tempo.

All’interno delle case in rovina aumenta la sensazione di solitudine e tristezza.

Molti giurano di aver visto ombre e sentito lacrime di bambini sparsi in una fitta vegetazione.
Anche i più scettici che hanno tentato di passare qui la notte, dicono di essere fuggiti terrorizzati dopo aver sentito strani lamenti.

Leggende inquietanti parlano di morte e dolore.

Si dice che negli anni ’40, sul sagrato della chiesa, fu ritrovato il corpo mutilato di una ragazza sconosciuta e che questo corpo abbia lasciato qui la sua energia dopo la morte.

Alcune voci che correvano tra gli abitanti parlavano di un orso, altre dicevano che si trattasse di una strega.

Secondo la leggenda, il luogo fu improvvisamente abbandonato.

La versione più credibile della storia afferma che i nazisti, durante la seconda guerra mondiale, abbiano ucciso tutti gli abitanti.
Sembra che solo pochi siano riusciti a fuggire prima dell’incursione omicida.
E ancora: alcuni dicono che i cittadini abbiano lasciato la città prima dell’arrivo delle truppe naziste, mettendosi in salvo e non tornando più.

Gli strani lamenti notturni e i sospiri che si sentono di giorno, secondo gli anziani del posto, sono i lamenti di sette bambini orfani (o malati) che furono abbandonati al loro destino, soli, nel paese dopo la fuga degli abitanti.

Come si arriva a Ca’ Scapini

Ecco su Google Maps le indicazioni per arrivare a Ca’ Scapini:

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.