8 suggerimenti per migliorare la composizione fotografica

Pubblicato da Giuseppe Vitagliano il

Guida alla composizione fotografica

Nella fotografia professionale come nella fotografia amatoriale è importante sapere come usare la composizione per migliorare la propria tecnica fotografica e per migliorare la qualità delle proprie fotografie.

Qui spiegherò in pochi semplici passi di che si tratta e come va usata.
Partiamo dall’inizio.

Cos’è la composizione fotografica?

La fotografia è composta da tre elementi fondamentali: la composizione, l’illuminazione e il momento, l’immagine che si intende catturare quando la scattiamo.

La parola composizione deriva dal latino “componĕre”, «comporre» che significa “porre insieme”, “mettere insieme”: quindi stiamo parlando di come, letteralmente, mettere insieme gli elementi visivi all’interno della fotografia che stiamo scattando perché trasmettano anche dopo lo scatto, a chi vedrà la fotografia, il significato di ciò abbiamo visto e che abbiamo deciso di immortalare, fissare nella fotografia.

Naturalmente l’esperienza e il testare tu stesso valutando il risultato possono aiutarti a migliorare il senso della composizione e il risultato dei tuoi scatti.

Nella fotografia ci sono molte regole, ma nessuna deve essere veramente vincolante, perché la fotografia è pur sempre una forma d’arte visiva, espressiva, che utilizziamo per fissare una emozione che stiamo vivendo e che vogliamo proporre anche agli altri e, come forma d’arte, non può e non deve essere “imbavagliata” da regole ferree. Le regole devono servire come base tecnica e baglio di competenze che servono per poi migliorare la nostra espressività fotografica.

La composizione è quindi la tecnica di come far coesistere e interagire tra loro gli elementi visivi presenti nella fotografia.

Ecco i principali elementi da considerare per una corretta composizione fotografica:

La regola dei terzi

Questa è sicuramente una delle “regole” più conosciute tra quelle della composizione fotografica e applicarla è davvero semplice: è solo necessario saper dividere la scena (che possiamo anche chiamare inquadratura) in tre sezioni orizzontali e verticali per creare delle intersezioni che verranno sfruttate come punti di riferimento su cui far combaciare l’elemento principale della tua fotografia.

Ecco alcuni esempi:

Fotografia - Regola dei Terzi

Ecco come lo spazio della fotografia viene suddiviso sulla base della regola dei terzi. Quasi tutte le macchine fotografiche e anche gli smart-phone hanno oggi la funzionalità che permette di vedere nel display, mentre si scatta, le righe (o griglia) che suddividono la scena in terzi. Questo faciliterà il vostro lavoro enormemente.

Fotografia - Regola dei Terzi applicata

Ed ecco come applicare la teoria alla pratica: in questa fotografia il soggetto principale è l’acrobata che si trova nel punto di intersezione tra la corda orizzontale e le due linee verticali. Questo punto si trova esattamente nell’incrocio del terzo superiore destro.

 

 

Fotografia - Regola dei Terzi applicata

Un altro esempio in cui la regola dei terzi è applicata: l’albero, soggetto principale di questo scatto, è situato all’intersezione del terzo in basso a destra, dato dalla linea del terreno e dal tronco dello stesso albero.

Le linee convergenti

In tantissime fotografie, come è semplice dedurre, vengono naturalmente rappresentate delle linee convergenti: una strada le cui linee si incontrano all’orizzonte, i binari di una ferrovia che in prospettiva sembrano unirsi in fondo alla scena.
Queste linee convergenti possono essere sfruttate per indirizzare l’occhio di chi guarda la foto verso l’area di maggior interesse della tua fotografia.

Tecnica Fotografica - La composizione - Linee convergenti Tecnica Fotografica - La composizione - Linee convergenti

Le cornici

Sappiamo tutti di sicuro cos’è una cornice. Nella fotografia si possono sfruttare delle linee e situazioni presenti nella scena per “incorniciare” il soggetto della nostra fotografia.

Tecnica Fotografica - La composizione - Le cornici Tecnica Fotografica - La composizione - Le cornici

Le diagonali

In molte scene sono presenti diagonali naturali, come vedi nelle fotografie qui sotto, che puoi sfruttare facilmente per conferire un senso di dinamicità e di movimento alle tue fotografie.

Tecnica fotografica - La composizioni - Le diagonali Tecnica fotografica - La composizioni - Le diagonali

I contrasti

Abbinare e accostare elementi contrastanti a livello di luminosità (esempio: un cubo con la superficie frontale esposta alla luce e quella laterale in ombra) nella composizione della nostra fotografia.

Tecnica fotografica - La composizione - I contrasti Tecnica fotografica - La composizione - I contrasti

Non stare troppo lontano dal soggetto

Si tratta di un errore molto comune nei principianti: stare troppo distante dal soggetto da fotografare lo fa risultare troppo piccolo rispetto a tutto il resto e, di conseguenza, può fargli perdere significato nel contesto.
Non abbiate paura di riempire la vostra scena con il soggetto principale limitando al massimo gli elementi di disturbo.

Bushmills - Northern Ireland 2018 Tecnica fotografica - La composizione - Soggetto in primo piano

 

Metti al centro l’occhio dominante

La fotografia ritrattistica non è affatto semplice da realizzare per molti fattori che vedremo in altri articoli.
Tra i vari aspetti da tenere in considerazione, uno dei più utili e semplici da ricordare è quello fare in modo che l’occhio dominante del soggetto del ritratto sia esattamente al centro della fotografia.

Tecnica fotografica - La composizione - Occhio dominante Tecnica fotografica - La composizione - Occhio dominante

Pattern, ripetizioni, simmetrie

Una delle tendenze più naturali del nostro occhio e del nostro cervello è quella di ricercare all’interno dell’immagine dei Pattern e degli elementi ripetitivi. Quindi cercarli quando si scatta una fotografia, soprattutto se con pochi elementi d’interesse intorno, è un’ottima idea e può rendere interessante e coinvolgente una fotografia che altrimenti sarebbe piatta o, peggio, senza significato o priva di dinamicità.
Lo stesso si può dire delle simmetrie, verso cui il cervello umano è molto ben predisposto perché danno un senso di equilibrio e sicurezza.

Follow by Email
Facebook
LinkedIn18
Instagram12k
Tecnica fotografica - La composizione - Pattern e ripetizioni

Pattern e ripetizioni

Mussenden Castle - Northern Ireland 2018

Simmetrie

 

 

 

 

 

 

Se hai dubbi, suggerimenti o vuoi approfondire qualcosa, scrivi nei commenti senza paura e ti risponderò prima possibile! 🙂

Follow by Email
Facebook
LinkedIn18
Instagram12k
Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici:
error0

Giuseppe Vitagliano

Imprenditore, Fotografo, Autore. 1975. Dopo aver fondato uno dei primi Circoli Letterari on-line, nel 2003, nel 2006 sono entrato come investitore in una piccola società di supporto all’IT, in breve tempo, l’ho trasformata in una società di Consulenza e Sviluppo di e-Commerce (Axot – Be Inspired) che è Partner di importanti brand di livello internazionale nei settori Fashion, Travel e Digital Photography. In una strana mattina del 2015, la vita mi ha rinfacciato, senza mezzi termini, che ogni cosa può sfuggire al nostro controllo in ogni momento. Così mi sono trovato ad affrontare un problema di salute che mi ha costretto e convinto a rivalutare e ridefinire le priorità e i valori della mia vita, rielaborare con un punto di vista serio e approfondito tutto quello che avevo fatto fino ad allora, quello che volevo ancora realizzare e quello che avrei voluto realizzare e ancora non avevo fatto. Uno dei miei più resistenti desideri era quello di pubblicare alcuni dei miei scritti (poesie, prose e racconti brevi) e mi resi conto che era giunto il momento di recuperare quella parte di me e portare a compimento quel sogno. Grazie alla spinta che questo desiderio mi ha dato, tra terapie e controlli serrati e cadenzati, sono riuscito a recuperare tutti i miei vecchi appunti, impolverati dal tempo, e, contemporaneamente anche a riprendere a scrivere. Così, dopo un intenso periodo di emotiva e fisica applicazione, sono riuscito i miei quattro libri (formato eBook e Cartaceo), disponibili su Amazon.it: - “Tracciati Emotivi – Andate e ritorni del cuore” (Italiano, Raccolta di Prose e Poesie – 2016) - “Perdenti e Devianti – Percorsi e vie di fuga dell’esistenza” (Italiano, Raccolta di Racconti brevi – 2014) - “Il Teatro della Vita – Appunti di Viaggi” (Italiano, Raccolta di pensieri e annotazioni – 2016) - “Vita in parole – Poesie del tempo” (Italiano, Raccolta di Prose e Poesie – 2016) Una volta affrontati e risolti i problemi di salute che mi avevano fisicamente condizionato in quel periodo e dopo aver portato a compimento il “capitolo scrittura” della mia vita, ho sentito forte il desiderio di cercare e sperimentare una nuova forma creativa di espressione: così ho iniziato a scattare fotografie e realizzare video, prima esplorando luoghi abbandonati e seguendo una mia vecchia passione per l’Urbex (Urban Exploration), poi viaggiando per per fotografare luoghi e paesaggi idealizzati nella mia immaginazione da quando ero un ragazzino (in particolare l’Irlanda e la Scozia) e, infine, sperimentando diversi stili e temi di fotografia. Dal 2016 nelle mie giornate è entrata anche un’altra passione: quella per la corsa, o running, come preferite chiamarlo. Continuo a correre con costanza e perseveranza, indipendentemente dal freddo, dal cado, dalla pioggia e dalla neve: in questi oltre due anni di running ho sicuramente migliorato la mia forza di volontà, dando a me stesso un ulteriore esempio del fatto che essere tenace porta sempre al risultato che ci si è prefissati. Ed è questo, dopo tutto, il messaggio che mi piace ripetermi e ripetere sempre: niente è irraggiungibile e abbiamo l’obbligo di trovare il tempo, la forza e il desiderio di alzarci, guardare più avanti e realizzare ciò che siamo e ciò che siamo nati per essere, in ogni ambito che caratterizza il nostro essere.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *