I Filtri Fotografici: cosa sono e a cosa servono in fotografia

Quali sono i Filtri fotografici che è utile avere nella propria attrezzatura fotografica?

Ecco cosa sono i Filtri in fotografia, quali sono i più utili e come si usano.

I filtri fotografici: cosa sono e come sceglierli
Filtri fotografici

Un elemento importante della fotografia da tenere in considerazione quando si vuole preparare e organizzare l’attrezzatura necessaria per una uscita fotografica sono i filtri fotografici.

Esistono sul mercato diversi tipi di Filtri per la fotografia, alcuni utili altri meno.

Ci sono filtri economici e filtri di qualità alta (più costosi) ma il risparmio in questo ambito non è importante quanto la qualità: se si possiede una buona macchina fotografica con un buon obiettivo, un filtro di bassa qualità può ridurre notevolmente la qualità delle vostre fotografie.

Se avete una buona macchina fotografica, un buon obiettivo e avete un budget limitato a vostra disposizione per i filtri, piuttosto che comprare filtri di bassa qualità vi consiglio di lasciare l’obiettivo al naturale e lavorare di più in post-produzione.

Ma andiamo con ordine.

Prima di tutto rispondiamo alla domanda “cosa sono i filtri fotografici?”

Filtro a densità neutra - Filtro ND
Filtro ND (a densità neutra – neutral density)

Il filtro è un elemento ottico aggiuntivo che si mette davanti alla lente ed è in grado di lasciar passare selettivamente la luce in modo da modificare quella che raggiunge realmente il supporto sensibile.

Esistono diversi tipi di filtri fotografici anche se, è necessario dirlo, molte modifiche sulla luce oggi possono essere apportate anche a livello di post-produzione.

Molte, ma non tutte.

I filtri sono utili per:

  • correzione del colore o della saturazione;
  • controllo della luce;
  • protezione dai raggi ultravioletti;
  • aggiungere equilibrio tra le varie parti della fotografia.

Insomma: il giusto filtro ti aiuta, nonostante eventuali condizioni non ottimali, a scattare ed ottenere il risultato che desideri.

Detto questo, quali filtri è utile avere nel proprio zaino con l’attrezzatura fotografica?

Sul mercato sono presenti decine di tipi di filtri per gli obiettivi: alcuni sono indispensabili mentre di altri si può tranquillamente fare a meno.

In questo articolo voglio parlarvi dei cinque più importanti filtri fotografici: il filtro polarizzatore, il filtro UV, il filtro Skylight, il filtro neutro e il filtro neutro digradante.

Filtro Polarizzatore: a cosa serve e come si usa il filtro polarizzatore

Filtro Polarizzatore - Cos'è e a cosa serve?
Filtro Polarizzatore

Il filtro polarizzatore è uno dei filtri più utilizzati in fotografia perché permette di eliminare i riflessi indesiderati dalla scena.

Per esempio, con il filtro polarizzatore si eliminano le scie luminose che si riflettono sull’acqua, sul vetro e su altri materiali lisci e riflettenti.

Questa capacità rende il filtro polarizzatore non riproducibile in sede di post-produzione.

Il filtro polarizzatore serve anche a migliorare il contrasto e la saturazione dei colori: se, per esempio, stai fotografando il cielo blu in una giornata calda e luminosa la polarizzazione ti aiuta a rendere i colori più vivi, li esalta e li definisce meglio nella foto.

Come si usa il filtro polarizzatore?

L’uso del filtro polarizzatore è molto semplice e intuitivo: si monta sulla lente e ruotandolo possiamo vedere sia in live view che osservando nel mirino l’effetto sulla scena inquadrata.
Con il filtro polarizzatore, a seconda della rotazione, si nota che alcune zone della fotografia diventano più scure.
Si tratta di un filtro molto utile per eliminare i riflessi ma anche, per esempio, per rendere più scuro il cielo nei periodi centrali della giornata dove il cielo è molto più chiaro e luminoso.

Filtro ND (Neutral Density): a cosa serve e come si usa il filtro ND

FIltro ND Acqua Effetto Seta
Filtro ND

I filtri ND sono come gli occhiali da sole del nostro obiettivo perché bloccano una certa quantità di luce (la quantità dipende dalla densità del filtro) impedendo a alla luce stessa di raggiungere il sensore della fotocamera.
Questo fa sì che possiamo aumentare i tempi di esposizione anche di giorno per creare, ad esempio, effetti come l’effetto seta sull’acqua.

I filtri ND, o filtri a densità neutra (neutral density filters), sono tra i più utili nella fotografia in generale, ed in particolare nella fotografia di paesaggio.
Il filtro ND è un filtro grigio con opacità costante che agisce su tutti i colori dello spettro e che quindi non altera in nessun modo le caratteristiche cromatiche dell’immagine, limitandosi solo ad assorbire una parte della luce.

Con questo filtro possiamo usare tempi di esposizione più lunghi anche quando c’è molta luce e ottenere effetti come quello del movimento dell’acqua o delle nuvole e, più in generale, far risaltare su elementi statici il movimento di oggetti che invece sono dinamici.

Uno degli esempi più chiari e diffusi è quello dell’acqua: per ottenere il cosiddetto “effetto seta”, si può fotografare quando la luce ambientale è poca, oppure si può utilizzare un filtro ND (o più filtri ND montati l’uno sull’altro) anche in condizioni di grande luminosità, avendo la possibilità di settare tempi di esposizione più lunghi.

Filtro UV: a cosa serve e come si usa il filtro UV

Filtro UV - Cos'è e a cosa serve?
Filtro UV

I Filtri UV riguardano, come indica il nome stesso, i raggi UV (raggi Ultra Violetti).

Il filtro UV è un vetro che ha come scopo quello di bloccare i raggi UV quando ci troviamo a scattare fotografie in ambienti dove la loro presenza è maggiore (per esempio al mare o in montagna).

In questo tipo di ambienti, se i raggi non vengono schermati tramite il Filtro UV, si rischia scattare fotografie con colori alterati (opachi e tendenti all’azzurro).

Nelle fotocamere digitali, in effetti, i filtri fotografici protettivi UV (Ultra Violetti) e IR (Infrarosso) sono spesso installati direttamente sul sensore digitale, quindi l’utilizzo dei Filtri UV, oggi, serve più che altro come protezione fisica della lente perché, applicando il Filtro UV sull’obiettivo, la lente dell’obiettivo sarebbe meno esposta alla polvere, agli schizzi di acqua, al vento e ad altri potenziali “pericoli” e, allo stesso tempo, la fotografia non subirebbe alterazioni né cromatiche né di luce.

Filtro Skylight: a cosa serve e come si usa il filtro Skylight

Filtro Skylight - Cos'è e a cosa serve?
Filtro Skylight

Il filtro Skylight dal punto di vista delle funzionalità è molto simile al filtro UV: entrambi servono, ad esempio, per rimediare ad alcune dominanti che si possono verificare in determinate condizioni o per proteggere la lente esterna dell’obiettivo.

Il Filtro Skylight è in più dotato di una leggera gradazione rosa che permette di esaltare i colori, li rende più caldi e quindi più piacevoli alla vista della fotografia.

La dominante del filtro Skylight è appena percettibile, quindi suggerirei, tra il Filtro UV e il Filtro Skylight, di scegliere lo Skylight perché si otterranno sia risultati di protezione sia risultati di leggero miglioramento del colore nello scatto.

Filtro Neutro Digradante: a cosa serve e come si usa il filtro Neutro Digradante

Filtro Neutro Digradante - Cos'è e come si usa?
Filtro Neutro Digradante

Il Filtro Neutro Digradante è particolarmente indicato alla fotografia di paesaggio perché consente di eliminare le differenze di illuminazione tra le varie aree della scena che si vuole fotografare.

Il Filtro Neutro Digradante è infatti composto da due aree: una lastra (o vetro) che parte da una colorazione di grigio neutro (come il classico filtro neutro) e sfuma fino al trasparente.

L’importanza di questo filtro sta nell’aiuto che può darci quando, per esempio, si cerca di fotografare un paesaggio in cui ci sia molta differenza di luminosità tra il cielo e il terreno, come un paesaggio collinare.

Il Filtro Neutro Digradante permette di scattare una foto con risultati eccellenti in questo contesto perché, girando il filtro, si può posizionare la parte con la colorazione grigio neutro sul cielo e la parte trasparente sulla fascia del terreno in modo da equilibrare l’acquisizione della luce tra le due aree della fotografia.

Follow by Email
Facebook
LinkedIn18
Instagram12k

Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici:
error0

Potrebbe interessarti anche...