Il Vallone dei Mulini a Sorrento – Italia Abbandonata

Il Vallone dei Mulini a Sorrento – Italia Abbandonata

Vallone dei Mulini Sorrento: il paese abbandonato C’è una Valle, vicino a Sorrento, con dentro un paese abbandonato dove la natura ha occupato i vecchi edifici creando un panorama incredibile.
Il Vallone dei Mulini prende il nome da un mulino utilizzato in passato per la macinazione del grano e che si trova nel centro storico di Sorrento.
C’erano cinque valli intorno alla penisola sorrentina che indicavano i confini tra i paesi di Meta, Piano, Sant’Agnello e Sorrento.
Questo di Sorrento è quello meglio conservato.

La storia del Vallone dei Mulini

Il Vallone dei Mulini nacque circa trentacinquemila anni fa a causa di un’eruzione del vulcano sotto i Campi Flegrei che ricoprì di detriti l’area che si estendeva da Punta Scutolo a Capo di Sorrento. Le acque sorgive che formavano corsi d’acqua scavarono una gola stretta e profonda cercando uno sbocco al mare.
Nel corso degli anni nel fondovalle fu costruito un mulino utilizzato per la macinazione del grano che rimase in funzione fino all’inizio del ‘900.
La valle del Mulino fu chiusa per la costruzione di Piazza Tasso che isolò completamente l’accesso al sito.
La chiusura quasi totale di questa zona ha reso il microclima così umido da facilitare la crescita di piante molto particolari. Oggi il mulino abbandonato è ricoperto da una fitta vegetazione che ricorda una giungla tropicale.

Come raggiungere il Vallone dei Mulini

Dal porto di Marina Piccola ci si poteva arrivare attraverso un piccolo ponte sul torrente, oggi il ponte è ancora lì ma l’unico accesso al sito è un cancello sulla strada da Piazza Sant’Antonio al porto.

Purtroppo non si può andare oltre: il Vallone dei Mulini è proprietà privata.
Si può solo vedere e fotografare dall’alto.

Potrebbe interessarti anche...