Cos’è l’Urbex (Urban Exploration) e l’esplorazione di luoghi abbandonati

Cos’è l’URBEX? (contrazione di URBan EXploration) e cos’è l’esplorazione di luoghi abbandonati (Abandoned Places Exploration)?

Cos’è l’Urbex (o anche Esplorazione Urbana – Urban Exploration)?
L’Urbex è una attività di esplorazione di luoghi abbandonati (edifici, fabbriche, chiese, case, ville, in generale costruzioni fatte dall’uomo e abbandonate) o anche di esplorazione di luoghi urbani difficilmente accessibili, pericolosi o che in pochissimi conoscono.

Per qualcuno è un hobby, per altri rappresenta la sfida di spingersi oltre i propri limiti ogni volta, ma sicuramente è un hobby con considerevoli rischi di ferirsi, farsi male o di incappare in problemi legali, perfino l’arresto, considerato che si tratta di una attività in cui si entra in aree, zone, edifici privati o ad accesso ristretto.

Uno degli intenti più importanti che gli Urbexer (coloro che praticano l’Urbex o l’espolazione di luoghi abbandonati) hanno è quello di scattare fotografie, girare video per documentare la storia di quei posti e catturare la bellezza dei luoghi abbandonati, nei quali sembra che gli oggetti si siano fissati e ghiacciati nel tempo e in cui le tracce delle storie di chi viveva, abitava, frequentava quei posti, possano ancora essere osservate e fotografate (clicca qui per approfondire l’argomento della fotografia Urbex – Urbex Photography).

Scopri theURBEXcom, la Community Fotografica di Urbex italiani e internazionali su Instagram.

Ecco perché i luoghi preferiti dagli Urbexer sono quelli che sembrano appena stati abbandonati, come fattorie, case, fabbriche, ospedali e paesi abbandonati per calamità naturali.

Il motto degli Urbexer che amano l’Urbex e l’esplorazione di luoghi abbandonati è:

“Non prendere niente altro che fotografie e non lasciare niente altro che le impronte dei piedi”
(Take nothing but photographs, leave nothing but footprints).

Questo, naturalmente, per preservare l’integrità dei luoghi e per lasciare ad altri Urbexer la possibilità di esplorare quei posti abbandonati e trovare ancora le tracce delle storie che di lì sono passate.

Luoghi esplorati e tipologie di Urbex

What is Urbex - Urban Exploration - Abandoned Places

I posti abbandonati sono una grande attrazione per gli Urban Explorers (Urbexer), luoghi abbandonati come fabbriche, ospedali, scuole, cliniche psichiatriche, case, parchi gioco, ville, impianti di energia o ex-edifici militari: così, ora sappiamo cos’è l’Urbex.

Quello che dobbiamo sapere, anche è che l’Urbex è anche l’esplorazione di siti attivi, cosa che può comportare molti rischi perché si tratta di raggiungere aree vietate, cosa che può portare anche a problemi legali.

Le aree degli edifici attivi di maggior interesse per gli Urban Explorer sono i tetti (leggi altro sul “Rooftopping”), le stanze di controllo di ascensori, le sale macchine e piani abbandonati.

Leggi anche  Cos’è e a cosa serve l’istogramma in fotografia

Le Catacombe, un tempo utilizzate per pratiche religiose, e anche camere utilizzate come inceneritori sono anch’essi luoghi che suscitano molto interesse negli esploratori urbani e di luoghi abbandonati.

Si possono trovare Catacombe a Roma, Parigi, Odessa, Napoli ed esiste anche un nome specifico per questa branca di Urbex: Cataphile.

Per conoscere tutto dell’Urbex devi anche conoscere il Clan delle Caverne (Cave Clan): in Australia, infatti, esiste un gruppo di ragazzi che esplora fognature, cunicoli e tunnel di deflusso delle acque di piogge e tempeste che si chiama Cave Clan (leggi l’articolo sul Cave Clan australiano).

Esiste anche l’esplorazione dei tunnel di transito che consiste nel visitare i percorsi di metropolitane attivi o abbandonati: nella maggior parte dei paesi questa pratica è assolutamente vietata e può essere perseguita anche aspramente, considerato anche il grado di pericolosità che implica.

La crescente popolarità dell’Urbex

Urbex Photography | Urbean Exploration | Abandoned Places | Todd Sipes

Negli ultimi anni, l’attenzione dei media per l’Urbex è cresciuta in maniera esponenziale: sono stati prodotti diversi documentari e serie Web e Tv, e molte persone hanno iniziato a pubblicare video delle loro esperienze personali di esplorazione di edifici abbandonati (qui potete trovare tutti i video che ho realizzato io stesso durante esplorazioni di luoghi abbandonati).
Questo a creato un po’ di preoccupazione in alcuni proprietari di questi luoghi, in quanto alcune persone, che in realtà non sono Urbexer, potrebbero approfittare delle esplorazioni per rubare o distruggere qualcosa.

Con la crescente attenzione verso l’Urbex e verso quale fenomeno realmente sia l’Urbex, è cresciuto anche il desiderio di molti di praticarlo, dedicandosi all’esplorazione di luoghi abbandonati, e questo ha causato anche alcuni incidenti, in alcuni casi perfino mortali, ad alcuni improvvisati esploratori che non ponevano la giusta attenzione al rischio che esiste nell’esplorazione di luoghi abbandonati.

Per questa ragione vi raccomando la lettura del mio articolo che rappresenta una vera e propria guida definitiva per gli Urban Explorers: “12 regole per una esplorazione sicura: la Guida Urbex definitiva”. Vi invitiamo a leggerla per capire i principi fondamentali a cui far riferimento per una esperienza esplorativa divertente ed emozionante ma anche sicura.

Legalità

Molti dei luoghi abbandonati e delle aree urbane a cui si accede praticando Urbex, sono aree ad accesso limitato o vietato, questo significa che gli Urban Explorers potrebbero violare una proprietà privata (violazione di domicilio) e potrebbero essere perseguiti legalmente.
Leggi l’articolo che ho scritto in proposito:

Potrebbe interessarti anche...