Guida per una sicura esplorazione

La guida definitiva per l’Urbex e l’esplorazione di luoghi abbandonati

Così hai trovato un nuovo inquietante luogo abbandonato e sei pronto per fare una visita sul posto? che cosa dovresti considerare in termini di sicurezza? Ecco la guida definitiva, passo dopo passo, per una esplorazione in sicurezza!
  • Non esplorare da solo. Cerca di avere sempre almeno un’altra persona con te. Se sei solo e succede qualcosa, può essere un problema. Se non riesci a trovare nessuno che possa venire con te, ricorda almeno di condividere la tua posizione con un amico (scopri come condividere la tua posizione in tempo reale con Google Maps).
  • Limita il tuo gruppo. Un grande gruppo nello stesso posto è molto sospetto, crea molto rumore ed è difficile da gestire.
  • Pianifica la tua esplorazione. Non lasciare mai nulla al caso. Cerca informazioni su internet, chiedi consigli a qualcuno che ha già esplorato quel luogo, osserva per un po’ il posto abbandonato che vuoi visitare durante il giorno e la notte. Cerca di capire chi c’è in zona, se ci sono luci accese, se ci sono “ospiti” nell’edificio. Individua un buon punto di ingresso e verifica anche da Google Map come appare l’area dal satellite per farti una idea di cosa hai intorno. Più fai ricerca e pianificazione, meno preoccupazioni avrai durante l’esplorazione.
  • Cerca di avere tutto quel che ti serve a portata di mano e assicurarsi di sapere come usarlo: torcia elettrica, batterie extra, radio, macchina fotografica, kit di pronto soccorso, cibo, acqua, razzi, respiratori, attrezzi per la discesa e la discesa, uno zaino resistente, ecc. Ogni Urbexer dovrebbe avere una borsa da viaggio in macchina con questi elementi essenziali. Non dimenticare mai di indossare una maschera anti-polvere. Molti edifici abbandonati hanno un’aria umida e torbida che può causare nausea e può portare problemi, fastidi o malattie ma la più grande preoccupazione è l’amianto. A questo proposito leggi il mio articolo “L’equipaggiamento necessario per una esplorazione”.
  • Vai di giorno, se possibile. Di giorno è più sicuro per la tua salute e per la tua sicurezza. Di notte devi fare affidamento sulla luce di una torcia, con una visione limitata intorno a te. È molto più intelligente andare nel corso della giornata.
  • Mantieni la calma e attento a dove metti i piedi. Cerca di evitare di fare molto rumore mentre esplori. Non toccare le cose inutilmente, in particolare i componenti strutturali o tutto ciò che potrebbe essere da appoggio o sostegno per il tetto o per strutture sopra la tua testa. Ancora più importante: sempre occhio a dove vai, cadere in un buco nel pavimento potrebbe essere molto doloroso se non letale.
  • Evita di portare con te oggetti che potrebbero essere considerati adatti al furto con scasso o strumenti che potrebbero essere considerati “armi bianche”. Se vieni preso dalle forze dell’ordine o dalla sicurezza con oggetti di questo tipo, rischi una incriminazione per furto con scasso e violazione di proprietà privata o domicilio. Per un approfondimento sul problema della Legalità nell’Urbex, leggi l’articolo che ho dedicato a questo tema.
  • Occhio a senza tetto e ospiti indesiderati. Case, ex fabbriche, manicomi: è molto facile imbattersi in qualcuno che si è accampato o vive in questi edifici abbandonati per ripararsi dal freddo e di notte. I senzatetto non sono tutti cattivi, bisogna dirlo, anzi: a me è capitato un paio di volte di imbattermi in un paio di loro e non è successo mai nulla; in un caso mi hanno addirittura dato un consiglio su un’area specifica del posto per evitare di farmi male. Tuttavia, è necessario capire che alcune di queste persone potrebbero avere problemi di droga o alcool o soffrire di problemi psichiatrici. Se vedi un abusivo meglio tornare indietro e restare fuori da possibili guai.
  • Indossa guanti e indumenti pesanti. Non sai mai cosa troverai durante l’esplorazione di un luogo abbandonato, specialmente in ospedali, scuole, fabbriche. Per evitare tagli e graffi e il conseguente rischio di tetano o altre malattie, indossa sempre guanti e indumenti pesanti: pantaloncini corti sono sempre una pessima idea! (vedi “L’equipaggiamento necessario per una esplorazione“).
  • Considera l’utilizzo di un casco di sicurezza. Vero, il casco non è il massimo della comodità, ma è sicuramente una buona idea per un’esplorazione urbana sicura! Calcinacci, vetri, pezzi di soffitto, tetto o di piani superiori posso caderti addosso senza che tu te ne accorga in posti abbandonati in cui ogni cosa e lasciata a decadere da tanti anni e in balia della natura.
  • Evita di arrampicarti. Tra le parti meno sicure dal punto di vista strutturalmente all’interno di un edificio abbandonato ci sono le scale e il tetto. Non salire se non sei certo al 100% che sia sicuro e di avere abilità e attrezzatura necessaria per farlo.
  • Tieni a mente la regola più importante dell’Urbex: “prendi solo le fotografie e non lasciare altro che impronte”. Se porti via oggetti o rompi qualcosa, stai danneggiando il luogo, la sua memoria e lo stai rovinando per i futuri esploratori. Gli Urbexer non sono criminali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *